rassegnaLe principali notizie di oggi

 

Molestie di massa in Germania. A Colonia più di 500 denunce, nuovo caso in una discoteca di Westfalia

 

Affondo di Renzi all’Europa: sì alla flessibilità, basta compiti a casa. È finito il tempo in cui l’Europa ci dava lezioni. Il mio modello sono gli Usa

 

Abboccamenti Mosca-Roma. Putin vuole che l’Italia entri in North Stream per superare le obiezioni di monopolio della Ue.

 

Roma allo sprint finale nella corsa a seggio non permanente nel Consiglio di sicurezza dell’Onu (contro Olanda e Svezia)

 

I grillini chiedono la testa del loro sindaco di Quarto (Napoli).

 

Appello del maestro Muti: difendiamo l’opera italiana

 

De Gregori: mai più ideologie. Ora canto solo ciò che mi diverte.

 

Sean Penn nei guai per l’intervista al narcotrafficane El Chapo.

 

Politica

 

Riforma costituzionale ed Europa, Renzi parla e Marco Galluzzo ne scrive per il Corsera (tra gli altri). Il premier dice: le amministrative non saranno un banco di prova per il governo e l’Europa deve smetterla coi diktat. Se al referendum dovessi perdere, prenderei atto della volontà degli italiani.

 

L’ex ideologo del movimento cinque stelle, Paolo Becchi, scrive sul Giornale di un «patto malefico Renzi-Casaleggio sulle riforme e invoca un No».

 

L’intreccio tra camorra e amministratori campani del movimento cinque stelle sta diventando una grana sempre più spinosa per i grillini che, infatti, scaricano il loro sindaco di Quarto invitandola alle dimissioni e ottenendo un ‘manco per  niente’.

 

Difesa di Dario Fo su Repubblica, raccolta da Matteo Pucciarelli: «un linciaggio spudorato, il Movimento fa paura a tutti».

 

Lina Palmerini sul Sole 24 Ore osserva la classifica di gradimento dei sindaci: «bene Brugnaro, reggono Fassino, Pisapia, Nardella, ma sono in affanno i grillini».

 

Unioni civili

 

Emilio Pucci ne scrive sul Messaggero. Si muovono le pedine: dopo il sondaggio che rivela l’85% di contrari all’adozione di bambini da parte di coppie omosessuali, prendono forza i cattolici del Pd mentre «Berlusconi terremota FI» con l’annuncio di libertà di coscienza sull’argomento.

 

Fabrizio De Feo

​per contro 

sul Giornale scrive che la strategia di rilancio di Berlusconi prevede: denunciare la sospensione della democrazia  e promuovere una cultura anti-statalista, un fisco leggero e niente buonismo sui migranti. E in tv solo facce giovani.

 

Immigrazione

 

Delle aggressioni alle donne tedesche scrive, tra gli altri, Elena Tebano sul Corsera: «Le denunce di Colonia salgono a 516, il 40% a sfondo sessuale. Tra i nuovi casi anche l’assalto di gruppo  a un locale di Bielefeld con le ragazze liberate con la forza. Nel frattempo in Italia si allontana l’ipotesi di depenalizzare il reato di clandestinità.

 

Su Repubblica, Antonello Guerrera intervista la storica Ute Freevert: «difendo la polizia: è stata colta di sorpresa. Non era stato valutato il pericolo di quel raduno di uomini in piazza. La nostra società sta reagendo anche grazie al femminismo».

 

Nelle stesse pagine, Roberto Brunelli raccoglie le considerazioni dello scrittore Gunter Wallraff: «sono avvenute violenze inaccettabili ma c’è chi soffia sul fuoco. Se dici che non puoi criticare qualcosa dell’Islam fai il gioco della destra. Sulla questione migranti si gioca il futuro dell’Europa».

 

Su La Stampa, Francesca Schianchi intervista il ministro Pinotti: «chi chiede asilo deve adeguarsi alle nostre leggi e ai nostri principi. Negli anni scorsi qualcuno temeva che la sicurezza fosse argomento di destra. oggi non più».

 

Roma

 

Il commissario Tronca è sentito da Giangiacomo Schiavi per il Corsera: «Roma si svegli dall’incubo. Chiedo un sussulto, servono legalità e civismo. In Campidoglio ho trovato criticità incancrenite».

 

Milano

 

Un po’ in extremis e un po’ disperata l’intervista di Maurizio Lupi. Parlando con Pietro Senaldi dice di voler credere ancora nella possibilità di un centro destra unito per la corsa a palazzo Marino. Frattura insanabile se il Pd vota la legge Cirinnà col M5S».

 

Sviste

 

Gasparri cade in un trannello in rete e si associa a chi stigmatizza un rapinatore seriale. Il rapinatore, però, in questo caso non c’è e la foto su Twitter è di Jim Morrison… un francobollo sul Corsera.

 

Misna addio

 

L’agenzia d’informazione basata sulla rete dei missionari che ha raccontato le periferie del mondo sta per chiudere. Paolo Mastrolilli raccoglie su La Stampa lo sfogo e le denunce del suo fondatore, Padre Giulio Albanese.

 

Banche cooperative. Cosa cambia?

 

Ne scrive per il Corsera, Federico Fubini: «un centinaio di Bcc su 363 presenta fragilità di bilancio. Senza un intervento in tempi brevi, almeno 15-17 istituti sono a rischio nei prossimi 18 mesi. Gran parte delle Bcc più robuste sono al centro nord, quelle che hanno bisogno di aiuto al sud».

 

Esteri

 

Pesante j’accuse di D’Alema sul Corsera: «All’estero non siamo più protagonisti – dice ad Aldo Cazzullo – e Arabia e Israele da alleati sono diventati problemi». Poi una rivendicazione su una storica contestazione subita: «la passeggiata sottobraccio al deputato Hezbollah? Fu un gesto di solidarietà giusto, che contribuì a garantire la sicurezza dei nostri soldati in Libano. Ora i guerriglieri sciiti combattono il nostro stesso nemico».

 

Cultura e spettacolo

 

Su Libero, fondamentale intervista di Luca Telese a Gennaro Nunziante per spiegare il fenomeno Checco Zalone e il successo di Quo vado: «Il posto fisso fermò il Pci».

 

Su Il Fatto Quotidiano, Liuzzi e Marra si occupano dei riferimenti culturali di Renzi: «Fonzie ha ucciso la sinistra di Calvino. Dal protagonista di Happy days a Jovanotti ecco le citazioni dell’attuale leader della sinistra».