2013-Anno-della-Cultura-Ungheria-ItaliaDue dati importanti per gli amanti della musica bizantina: giovedì 27 giugno, alle ore 21.00 preso la Chiesta Santa Caterina d'Alessandria di Padova e venerdì 28 giugno alle ore 21.30 presso la Basilica di San Vitale di Ravenna, capolavoro dell'arte paleocristiana e bizantina, si esibirà il Coro maschile bizantino Sant'Efrem.

Il coro guidato da Tamás Bubnó, solista, ricercatore, direttore premio Liszt, è nato nel 2002. Si tratta del primo coro ungherese maschile, anzi del primo coro maschile non slavo-ortodosso, composto di 15 membri, tutti provenienti dai maggiori cori ungheresi. Il nome del gruppo fa chiaro riferimento al santo siriano (306-373) considerato il più grande poeta bizantino di inni.

Nel 2006 ha vinto il Primo premio del XXVesimo Concorso di cori ortodossi di Hajnowka (Polonia) nella categoria di coristi professionali, evento piuttosto importante, considerato che nella storia del festival (25 anni) fino ad allora nessun coro non slavo ha mai riportato un successo simile. Tra il 2005 ed il 2013 oltre a esibirsi in occasioni liturgiche e concerti in Ungheria, il coro ha tenuto numerosi concerti sia in Europa che in America, compresa America Latina e partecipato ai maggiori festival europei, tra cui il Schleswig- Holstein Music Festival, il Festival de Royaumont, il Festival d'Auvers sur Oise, il Donaufest-Ulm, MusicFestspiele Saar. In occasione dei concerti tematici il Coro inserisce nel proprio repertoir anche canti con rito occidentale (gregoriane, canti protestanti, gospel), nonché opere laiche (Ferenc Erkel, Zoltán Kodály, György Ligeti, Franz Schubert) a condizione che si tratti di opere adatte a coro.