La Camera dei deputati ha approvato la fiducia al governo sulla manovra economica. Oggi si terrà il voto finale, dopo il quale il provvedimento verrà trasmesso al Senato.

Il voto di fiducia ha però causato fibrillazioni nella maggioranza di governo a seguito della scelta da parte di Articolo 1 - Mdp di non partecipare alla votazione. La decisione del movimento nato dalla scissione dal Pd è una risposta alla nuova normativa sui voucher introdotta nella manovra economica.

«Non saremo dentro questo passaggio» ha dichiarato il capogruppo di Articolo 1 alla Camera Francesco Laforgia durante la dichiarazione di voto «non vogliamo essere corresponsabili. Noi abbiamo sempre dimostrato senso di responsabilità e continueremo a farlo, dovete invece guardare a chi ha tirato dritto in barba ad un referendum». Laforgia ha ribadito la contrarietà da parte del suo partito in merito alla nuova normativa sul lavoro occasionale parlando di «strappo» per la reintroduzione di una normativa «uscita dalla porta e rientrata dalla finestra», chiedendo una correzione al Senato «per riannodare il filo spezzato con il Paese».