Ogni anno il 31 maggio, dal 1988, l’Organizzazione Mondiale della Salute celebra il World No Tobacco Day (WNTD), una giornata di riflessione globale sui rischi associati al fumo. L'edizione 2019 è dedicata al tema “Tabacco e la salute dei polmoni“.
 

Lo scopo è quello di sensibilizzare le persone sugli effetti negativi per la salute del consumo di tabacco e di incoraggiare l'astensione almeno per 24 ore. Oltre a sostenere delle politiche efficaci per ridurre il consumo, quest’anno l’Oms si pone l’obiettivo di aumentare la consapevolezza sugli effetti nocivi derivati dall’uso del tabacco e dell’esposizione al fumo passivo.

 

Secondo la World Health Organization il fumo di tabacco rappresenta la seconda causa di morte nel mondo e la principale causa di morte evitabile. La World Health Organization stima che, se non saranno attuate efficaci politiche di contrasto, entro il 2030 moriranno ogni anno oltre 8 milioni di fumatori e più dell’80% di questi decessi prevenibili sarà tra le persone che vivono nei paesi a basso e medio reddito.

 

Solo in Italia, il fumo è la causa di oltre 80mila decessi annuali: come se ogni anno 'sparisse' una piccola città. Il consumo di tabacco è tra i maggiori fattori di rischio di sviluppo di patologie neoplastiche, cardiovascolari e respiratorie. L'invito è poi quello di riflettere sulla possibilità di smettere di fumare in via definitiva.

 

Nella convenzione quadro sul controllo del tabacco della WHO (framework convention on tobacco control), alla quale hanno aderito più di 170 nazioni, sono indicate le azioni per contrastare questa epidemia.

 

Per la giornata mondiale gli specialisti pneumologi del Servizio di Fisiopatologia respiratoria degli Ifo (Istituti fisioterapici Ospitalieri) sono a disposizione dei cittadini per fornire informazioni sul trattamento del tabagismo. Per una giornata all'insegna del respiro gli Ifo effettuano esami gratuiti delle funzioni respiratorie tramite: spirometria, saturimetria, misurazione ossido di carbonio nell'aria espirata. L'appuntamento è per domani, venerdì 31 maggio, dalle 10.00 alle 15.00, presso l'atrio principale con valutazioni cliniche e tante informazioni sui danni da fumo e su come smettere di fumare.

 

Anche quest’anno si svolgerà presso l’aula Pocchiari dell’Istituto Superiore di Sanità il Convegno Nazionale, arrivato alla sua ventunesima edizione, un momento di confronto tra le istituzioni che si occupano di tabagismo. L’incontro sarà utile per mettere in evidenza a vari livelli il panorama nazionale relativo al fenomeno del tabagismo e dei metodi preposti e ritenuti più efficaci per la disassuefazione.