Reazioni opposte in Irlanda sulla proposta di accordo sulla Brexit inviata da Boris Johnson all'Ue e anticipata dai media prima dello speech del premier britannico al congresso Tory. La ministra degli Affari Europei di Dublino, Helen McEntee, parla di un'offerta 'prendere o lasciare' con aspetti «inaccettabili». E l'opposizione del Fianna Fail di proposte «impraticabili e illegali». Pieno sostegno a Johnson invece dagli unionisti nordirlandesi del Dup, oppostisi in precedenza al backstop e all'accordo raggiunto da Theresa May.

Il presidente della commissione UE Jean-Claude «Juncker avrà una telefonata oggi pomeriggio, alle 17.15, con il premier britannico Boris Johnson». Lo ha reso noto la portavoce della Commissione europea Mina Andreeva precisando che «nel corso della giornata riceveremo un testo da Londra e lo esamineremo attentamente» e «ci sarà poi un dibattito costruttivo» La portavoce ha poi ricordato che «l'Ue vuole un accordo» con Londra e che «un recesso ordinato è l'opzione preferibile rispetto ad un no deal».